Tortelli di zucca

Non conosciamo né l’inventore né il momento storico in cui sono stati creati i tortelli di zucca. Secondo alcuni, essi potrebbero essere nati sulle fastose mense dei Gonzaga. Di sicuro è che col passare del tempo i tortelli di zucca sono diventati parte integrante della tradizione locale, sia di città che di campagna, simbolo della festa all’interno della provincia. Venivano cucinati per occasioni particolari e per le ricorrenze del calendario liturgico, che allora scandiva la vita quotidiana, soprattutto in campagna. Le donne li preparavano, secondo la ricetta di famiglia, tramandata di madre in figlia. I condimenti cambiavano dall’inverno all’estate: nella stagione fredda si preferiva il burro, in quella calda si utilizzavano verdure, come ad esempio il pomodoro.

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

1/2 cucchiaino noce moscata

100 g amaretti

600 gr polpa di zucca

Pepe q.b.

Sale q.b.

100 gr grana padano grattugiato

100 gr mostarda mantovana (meglio se di pere)

 

INGREDIENTI PER LA PASTA

400 g farina

4 uova medie

1 pizzico di sale

per il condimento

200 g burro

Grana padano grattugiato q.b.

PREPARAZIONE

Pulire la zucca: lavatela, asciugatela per bene, tagliatela a fette, ripulitela dei filamenti e dei semi interni e quindi sbucciatela.
A questo punto avvolgete le fette di zucca nella carta stagnola e cuocetele al forno per circa 1 ora a 180° (verificatene la cottura con uno stecchino o con i rebbi di una forchetta).
Quando la zucca sarà tenera, estraetela dal forno e lasciatela raffreddare, poi passatela al passaverdure o frullatela nel mixer. Poi tritate la mostarda di mantova finemente.
Aggiungete la mostarda al passato di zucca e aggiungete gli amaretti polverizzati, mescolate con un mestolo di legno, e aggiungete il Grana grattugiato,  la scorza di limone, la noce moscata e un pizzico di sale.
Mescolate il tutto fino a che gli ingredienti si siano amalgamati per bene e lasciate riposare il ripieno per almeno 1 ora, in modo che i profumi si mischino.
Nel frattempo preparate quindi la pasta per i tortelli, lavorando la farina con le uova e un pizzico di sale su una superficie piana.
Stendete una sfoglia sottile e dividetela in due parti uguali. Su una parte della sfoglia disponete delle palline di ripieno distanti circa 5 cm l’una dall’altra e con l’altra parte coprite il tutto chiudendo per bene i bordi con le mani dopo averli leggermente inumiditi con un pennellino intinto nell’acqua.
Ritagliate quindi i tortelli in quadrati che abbiano il lato di 4 cm e fateli riposare su una superficie infarinata fino al momento della cottura girandoli ogni tanto per far si che non si attacchino.
Mettete a bollire quindi una pentola d’acqua salata e quando l’acqua bollirà versate i tortelli che lascerete cuocere fino a cottura avvenuta, girandoli ogni tanto delicatamente;  scolateli, infine, con il mestolo forato.
Disponete quindi i tortelli in una zuppiera o in un piatto da portata e conditeli a strati con il burro fuso e il Grana; serviteli caldi.